Cartina di Marostica prima degli Scaligeri
IL CASTELLO / MAROSTICA PRIMA DEGLI SCALIGERI

MAROSTICA PRIMA DEGLI SCALIGERI

Il Monte Pauso rivestiva, fin da prima dell’anno Mille, un forte interesse in quanto la sua posizione tra la pianura e la fascia collinare era una via di transito e di transumanza verso i pascoli dell’Altopiano dei Sette Comuni. Sulla cima vi era già un apparato difensivo, un fortilizio la cui consistenza crebbe nei due secoli successivi fino a diventare una robusta struttura fortificata, un castrum con torre gironata, ossia provvista di recinto in muratura, e un mastio (dojon); essa ebbe un’importanza strategica e politica soprattutto durante le lotte tra Vicenza e gli Ezzelini (fine XII secolo fino alla morte di Ezzelino III da Romano nel 1259). Un documento del 1262, il “Regestum possessionum comunis Vincencie”, conferma la presenza del complesso fortificato sul Pauso e di altre due torri sul Pausolino e sul monte Agù.